Tag: coach

Basket Scauri, il coach Renato Sabatino parla della sconfitta subìta in Sicilia contro il Barcellona

SCAURI – Il nuovo coach del Basket Scauri, Renato Sabatino, analizza il ko incassato in Sicilia dai biancazzurri contro il Barcellona Pozzo di Gotto (78-71) «In alcuni momenti – ammette l’allenatore pontino – ho notato nel mio gruppo una scarsa lucidità e qualche passaggio a vuoto. Bisogna lavorare per capire ed evitare questi fattori negativi. In campo gli errori si pagano, soprattutto quando hai di fronte una formazione esperta come il Barcellona. Senza dubbio – aggiunge Sabatino – ha pesato anche qualche fischio arbitrale nelle fasi cruciali del match (23 tiri liberi assegnati ai siculi contro i 5 concessi ai delfini, ndr), ma dobbiamo riconoscere, in primis, i nostri sbagli ed impegnarci di più in difesa. In questa fase del campionato il lavoro è la migliore medicina. Contro la squadra siciliana sono emersi anche segnali positivi, a partire dall’orgoglio e dal carattere mostrati dai miei ragazzi, che dal -19 sono giunti al -4, a 42” dalla sirena».
Determinante, ancora una volta, è apparso il black out registrato nel terzo tempo, con il team scaurese proteso poi verso un affannoso recupero. Sull’esito della sfida ha inciso anche l’assenza della guardia Santiago Boffelli, dovuta ad un leggero risentimento muscolare. Sul parquet hanno cercato di porvi rimedio, con buone prestazioni, l’ala Luca Antonietti (20 punti, 7/12 da due), la guardia Daniele Mastrangelo (14, 4/8), il play Enrico Merella (13, 3/4 da tre), l’ala Nikola Markus (12, 6/11 da due) ed il pivot Victor Osmatescu (10, 5/7).

Articolo di Antonio Lepone – Fonte: www.ilmessaggero.it/

Brutto ko per il Basket Scauri, fermato in casa dai Tigers Forlì (67-78). Si dimette il coach Enrico Fabbri

SCAURI – Passo falso del Basket Scauri (serie B), sconfitto al Palasport Borrelli dai Tigers Forlì con il punteggio di 67-78 (14-18; 22-39; 46-63). Un netto ko in una serata da dimenticare.  I delfini disputano una delle peggiori partite della stagione. Al termine della gara arrivano le dimissioni irrevocabili del coach Enrico Fabbri, deluso dall’atteggiamento della propria formazione. Un gesto clamoroso, compiuto «per amore della maglia biancazzurra e per dare una scossa all’ambiente». Discrete le prove della guardia Daniele Mastrangelo (5/11 da due) e dell’ala Andrea Lombardo (6/9), a tratti ben supportati dall’ala Luca Antonietti (7 rimbalzi) e dal play Dante Richotti (6). Mancano all’appello i canestri della guardia Santiago Boffelli (0/4 da due), non al top e guardato a vista dalla retroguardia romagnola.
Basket Scauri: Richotti 9, Boffelli 2, Mastrangelo 16, Merella, Markus 2, Osmatescu 9, Lombardo 16, Antonietti 13, Luzza, Varga ne. All. Fabbri
Tigers Forlì: Forti 2, Rombaldoni 7, Fontecchio 10, Villani 14, Myers 3, Giovara 18, Agatensi 4, Ghirelli 12, Cicognani 8, Plachesi ne. All. Di Lorenzo
Arbitri: Bartolomeo di Cellino San Marco (Brindisi) e Schena di Castellana Grotte (Bari).
Note: tiri liberi 10/14 (S), 13/20 (F); tiri da tre 3/14 (S), 7/20 (F); 5 falli Antonietti; spettatori 500 circa.

Articolo di Antonio Lepone – Fonte: http://www.ilmessaggero.it/

Il coach Enrico Fabbri elogia la prova del Basket Scauri contro il Valmontone

SCAURI – In casa del Basket Scauri si riflette e si mastica amaro, dopo la sconfitta interna con il Valmontone (78-82). Un ko maturato nel finale di un match ben interpretato e condotto a lungo dai biancazzurri, che hanno sfoderato una prestazione maiuscola al cospetto di una forte squadra, indicata tra le candidate al salto di categoria.
Fa discutere molto l’incredibile decisione arbitrale, che, a 21” dalla sirena, sul 76-77, ha assegnato tre tiri dalla lunetta a Manuel Carrizo, spianando la strada al successo degli ospiti. L’ala valmontonese non aveva tentato il tiro, era a pochi passi dal centrocampo. La rimonta dello Scauri, in vantaggio anche di 12 punti (41-29 a 17’) e poi costretto rincorrere, si è fermata sul più bello.
Il coach pontino Enrico Fabbri, però, preferisce non parlare dell’arbitraggio e si sofferma sulla prova del gruppo. «La mia formazione – sottolinea il tecnico scaurese – ha mostrato carattere, ha combattuto punto a punto. Ho notato grandi margini di miglioramento, anche se c’è ancora qualcosa da perfezionare. Da una parte sono contento, perché il nostro giovane team è riuscito a mostrare grinta e capacità dinanzi a giocatori esperti, che hanno vinto diversi campionati».
Tra i delfini, generose e degne di nota le prestazioni delle guardie Daniele Mastrangelo (17 punti, 3/6 da tre), Santiago Boffelli (11, 2/5, nonostante l’influenza), dell’ala Luca Antonietti (12, 5/7 da due), dei playmaker Dante Richotti (9, 4/6) ed Enrico Merella (9, 3/5).

Articolo di Antonio Lepone – Fonte: http://www.ilmessaggero.it/

Basket Scauri vittorioso a Catanzaro: la soddisfazione del coach Enrico Fabbri

SCAURI – Moderata soddisfazione in casa del Basket Scauri (serie B), dopo il successo di misura conseguito in Calabria contro il Catanzaro (66-67). Una vittoria meritata, giunta al termine di una gara sempre condotta dai biancazzurri, bravi a respingere ogni tentativo di aggancio da parte del team ionico, pur rischiando un po’ nelle battute finali.
«È stata una partita difficile per entrambe le squadre – ammette il coach scaurese Enrico Fabbri – Per noi era fondamentale fare il salto di qualità dal punto di vista dell’atteggiamento. Ci siamo ritrovati in campo, abbiamo lottato per tutto il match. La difesa è stata la nostra arma, che ci ha permesso alla fine di prevalere. Mi complimento con i ragazzi».
Contro i calabresi si sono messi in luce soprattutto le guardie Santiago Boffelli (18 punti, 4/7 da tre), Daniele Mastrangelo (13, 3/5) ed il play-capitano Dante Richotti (13, 5/7 da due). «Lo Scauri – aggiunge il tecnico dei delfini – ha concesso solo 66 punti al Catanzaro, che solitamente ne segna più di 70 al Pala Giovino. La mia formazione ha commesso qualche errore di gestione durante il vantaggio di 8-10 punti, ma ciò fa parte di un percorso di crescita. Deve migliorare ancora qualche giocatore, che è un po’ indietro nella mentalità di gioco e nell’approccio. Sono certo che presto arriverà al livello dei compagni».

Articolo di Antonio Lepone – Fonte: http://www.ilmessaggero.it/

Basket Scauri, coach Fabbri dopo il ko interno con Teramo: “Abbiamo sbagliato quasi tutto”

SCAURI – Un Enrico Fabbri deluso commenta il ko interno del Basket Scauri contro il Teramo (64-69). Il coach biancazzurro non si nasconde e non giustifica la prestazione opaca dei suoi ragazzi.
«Peccato per la sconfitta – esordisce il tecnico scaurese – perché gli avversari erano alla nostra portata e perché questi due punti persi peseranno sul nostro cammino in campionato, sia in ottica play-off che in chiave salvezza. Al Pala Borrelli i teramani hanno sempre mantenuto l’inerzia della partita, dopo il nostro vantaggio iniziale (14-3 a 3’). Sono certo che la mia squadra non disputerà mai più una partita così brutta, con una pessima percentuale al tiro (43% da due contro 63%). Abbiamo sofferto per tutto. Ora dobbiamo pensare a questa sconfitta come momento di riflessione per ricominciare a lavorare. Iniziano due settimane di duro impegno, con l’obiettivo di diventare una squadra più intensa mentalmente».
Sull’esito del match pesano i 28 punti siglati dalla guardia Gennaro Tessitore, artefice del successo abruzzese. «Dovevamo bloccare – sottolinea Fabbri – l’iniziativa del Teramo, bravo a supportare Tessitore, che ha segnato tre triple da 8 metri con il nostro difensore piazzato. C’è poco da salvare in un incontro del genere, abbiamo sbagliato quasi tutto. Se guardiamo i tabellini ed il punteggio finale, capiamo che è stato Tessitore a vincere la partita. Lo Scauri doveva portare la gara dalla sua parte ed imporre il suo gioco. Purtroppo, non l’ha fatto».
Tra i delfini, buone le prove di Santiago Boffelli (19 punti, 6/12 da tre) e Daniele Mastrangelo (21, 4/10), sostenuti da Luca Antonietti (14, 5/6 da due) e da Dante Richotti (4, 2/5, 5 assist).

Articolo di Antonio Lepone –  Fonte: http://www.ilmessaggero.it/