Basket Scauri, il coach Renato Sabatino parla della sconfitta subìta in Sicilia contro il Barcellona

SCAURI – Il nuovo coach del Basket Scauri, Renato Sabatino, analizza il ko incassato in Sicilia dai biancazzurri contro il Barcellona Pozzo di Gotto (78-71) «In alcuni momenti – ammette l’allenatore pontino – ho notato nel mio gruppo una scarsa lucidità e qualche passaggio a vuoto. Bisogna lavorare per capire ed evitare questi fattori negativi. In campo gli errori si pagano, soprattutto quando hai di fronte una formazione esperta come il Barcellona. Senza dubbio – aggiunge Sabatino – ha pesato anche qualche fischio arbitrale nelle fasi cruciali del match (23 tiri liberi assegnati ai siculi contro i 5 concessi ai delfini, ndr), ma dobbiamo riconoscere, in primis, i nostri sbagli ed impegnarci di più in difesa. In questa fase del campionato il lavoro è la migliore medicina. Contro la squadra siciliana sono emersi anche segnali positivi, a partire dall’orgoglio e dal carattere mostrati dai miei ragazzi, che dal -19 sono giunti al -4, a 42” dalla sirena».
Determinante, ancora una volta, è apparso il black out registrato nel terzo tempo, con il team scaurese proteso poi verso un affannoso recupero. Sull’esito della sfida ha inciso anche l’assenza della guardia Santiago Boffelli, dovuta ad un leggero risentimento muscolare. Sul parquet hanno cercato di porvi rimedio, con buone prestazioni, l’ala Luca Antonietti (20 punti, 7/12 da due), la guardia Daniele Mastrangelo (14, 4/8), il play Enrico Merella (13, 3/4 da tre), l’ala Nikola Markus (12, 6/11 da due) ed il pivot Victor Osmatescu (10, 5/7).

Articolo di Antonio Lepone – Fonte: www.ilmessaggero.it/